Animali strani, luoghi dalle peculiarità uniche, meraviglie della scienza, vicende pazzesce diventano spunti di racconto in Stranezze Terrestri.
Per inviare i vostri racconti o segnalare una stranezza terrestre scrivete a aperturaastrappo@gmail.com

lunedì 19 maggio 2014

In picchiata

Avevano studiato la coreografia per settimane, ognuna conosceva esattamente il suo posto e chi avrebbe trovato alla sua destra sinistra davanti dietro sopra e sotto, quando avrebbero dovuto tenersi per le zampe e quando avrebbero dovuto staccarsi. L' ordine di lancio doveva essere rispettato al secondo, se qualcuno avesse tardato le figure non si sarebbero composte. Nel frattempo c'era chi si era occupata degli sponsor, chi delle tute, chi di affittare gli aerei - dovevano essere tanti, conoscere le coordinate precise di volo, i tempi di esecuzione ed essere alla distanza giusta l'uno dall'altro.


La scelta del luogo fu la cosa più ardua: doveva essere uno spettacolo memorabile, nessuno però doveva farsi male. Malgrado il loro peso ridotto sarebbero state dei proiettili lanciati da 10.000 metri di altezza. Non volevano colpire qualcuno però dovevano essere ben visibili. Decisero per il lago vicino la città, quello dove tutti andavano a prendere il sole nelle calde giornate primaverili. Sarebbero atterrate sull'acqua, elemento a loro più congeniale, dove avrebbero ritrovato l'umidità persa durante il volo, sebbene le tute erano progettate per ridurre la disidratazione al minimo. Avevano pensato a tutto, sì, proprio a tutto.

Le caposquadra sincronizzano gli orologi, incitamenti e strizzate d'occhio e sono tutte pronte a partire. Gli aerei volano in perfetta formazione, tutto procede secondo programma, l'eccitazione dentro l'abitacolo cresce, si stanno avvicinando al lago. Ognuna ha un caschetto con videocamera e microfono per tenersi in contatto con le altre. Pensano già alle milioni di visualizzazioni che avranno su YouTube, non vedono l'ora di arrivare.

Il momento è giunto, il lago è sotto di loro, parte il segnale, il lancio nel vuoto, l'aria sferza il viso - è carta vetrata. Risate e battute da una cuffia all'altra ma le caposquadra ristabiliscono l'ordine: fra poco dovranno formare la prima figura, un sole a 48 punte.

Una voce all'improvviso: Ci siamo dimenticate i paracadute!

Il terrore rapido trasforma le facce, esplodono urla agghiaccianti, sono spacciate. Una pioggia di rane cade disordinatamente dal cielo lasciando i presenti a bocca aperta. Qualcuno filma tutto con lo smartphone, su YouTube avrà milioni di visualizzazioni.

Annalisa Balistreri

Fonti:

Piogge di rane,  pesci ed altri animali si sono verificate più volte nel corso della storia. Dalla pioggia di rane narrata nella Bibbia come una delle dieci piaghe d'Egitto fino a quella avvenuta nella cittadina serba di Odzaci nel 2005. Il fenomeno è probabilmente dovuto a forti correnti d'aria o tornado che sollevano gli animali dalla superficie dell'acqua per poi farli ricadere al suolo.


Pioggia di animali
Pioggia di rane in Serbia

27 commenti:

  1. "Pensano già alle milioni di visualizzazioni che avranno su YouTube"... hai ragione, in casi del genere spesso (o per fortuna?) è questo l'importante.
    Brava, Annalisa, questo pezzo è "crescente", proprio come il lancio che descrivi! Complimenti ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tecnologia è uno strumento potente, sta a noi utilizzarlo adeguatamente. Si rischia di perdersi il momento che si sta vivendo e di tralasciare qualcosa, le povere rane lo sanno bene ahah

      Elimina
  2. Ahahhah bello proprio! Povere ranocchie

    RispondiElimina
  3. uaahhahahahhaaha, poveracce loro ma a veder piovere rane dal cielo un po' di dubbi vengono.. Annalisa, hai scritto in modo magistrale, sempre più brava sei!
    gd

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che non sono fatte per star in aria :-). Grazie Filippo!

      Elimina
  4. C'è un film con Tom Cruise dove piovono dal cielo rane volanti. Anche nell'Esodo si trova la pioggia di rane vista come opera di un Dio punitore. Io la vedo come "tutto può accadere", anche se so che esiste una spiegazione scientifica. Brava Annalisa per queste notizie sempre particolari.
    Nina
    Nina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raccogliendo informazioni su questo fenomeno mi sono imbattuta più volte in citazioni di questo film e disquisizioni su cosa possa significare, una è proprio quella che dai tu. Ho la curiosità di vederlo a questo punto.

      Elimina
  5. Immagino queste rane con gli occhiali d'aviatore in stile kamikaze giapponesi. Banzai, kra! Un post da schiantarsi dal ridere. Eccellente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah veramente "da schiantarsi dal ridere"!

      Elimina
  6. Brava Annalisa l'immagine di queste ragazze che precipitano dal cielo assumendo l'aspetto di rane è perfetta. Hai scritto e descritto benissimo, La visibilità oggi è tutto, a furia di curare l'estetica ci si scorda delle cose basilari (vedasi il paracadute) ahahaha

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà non sono ragazze ma ho giocato ad umanizzare le rane facendole diventare paracadutiste professioniste ma sbadate eheh

      Elimina
  7. Che ridere, Annalisa, quanto sudore coreografico sprecato!
    Brava.
    L.I.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Povere rane...e dire che avevano pensato a tutto ahah

      Elimina
  8. FedericoMoccio19 maggio 2014 21:46

    Io ho letto la notizia tempo fa, quando ero un giovincello alla ricerca di misteri dal mondo e del paranormale e quindi leggevo tutti i giornaletti su questi argomenti (e poi i cerchi nel grano, la telecinesi ecc..). Questo post è bellissimo, la tensione della picchiata si sente tutta! Ora scusatemi, il giovincello che è in me va a vedere un film horror...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la segnalazione e se hai altre reminiscenze della tua giovinezza curiosa racconta pure!

      Elimina
  9. Molto divertente, un po' meno trovarsi nei paraggi. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dev'essere davvero strano, se non fosse negativo per le rane, io una pioggia così la vedrei volentieri (ovviamente al riparo).

      Elimina
  10. Bel mistero. La prossima pioggia di pesci sai dirmi dov'è, che preparo la padella con l'olio a piazza Madrice? Ciao Annalisa, ho sentito di una volta che è caduta dal cielo anche della m..., una vera e propria punizione divina. (emoticon in caduta libera)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella si che sarebbe davvero tragica! Immaginati che puzza (emoticon nauseato)

      Elimina
  11. Annalisa ci hai fatto tenere il fiato sospeso. Queste pazza mi dicevo, ma come possono lanciarsi. Bene era la pioggia biblica di rane. Per fortuna, una strage annunciata e scampata. Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è gente che però lo fa sul serio, ovviamente con il paracadute :-)

      Elimina
  12. Mi ricorda un film: cosa piove dal cielo. In questo caso si trattava di mucche. Per quanto strano possa sembrare il motivo di questo "lancio", alla fine del film, sembra realistico.
    In questo caso era una sola per fortuna.
    Ciao Annalisa.

    Enzo Balistreri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra di averlo visto anch'io questo film. La mucca veniva sollevata da un uragano potentissimo. Aveva una faccia proprio comica sebbene il momento fosse tragico.
      Lieta di averti fra i lettori e commentatori!

      Elimina
    2. No. Il film nel titolo originale è: Cuento chino. Per una tragica fatalità si apriva in volo, durante una turbolenza, la porta posteriore di un aereo da carico che trasportava mucche. Un paio cadevano giù. Una di queste cadendo cambiava la vita di due uomini.

      Elimina
    3. Allora il film che ricordo io è un altro. In effetti questa mia si sollevava, non cadeva. Assieme a lei macchine, tetti di case e tanto altro venivano risucchiati da un uragano. Il titolo però non lo ricordo

      Elimina