Animali strani, luoghi dalle peculiarità uniche, meraviglie della scienza, vicende pazzesce diventano spunti di racconto in Stranezze Terrestri.
Per inviare i vostri racconti o segnalare una stranezza terrestre scrivete a aperturaastrappo@gmail.com

lunedì 7 aprile 2014

Immagini uditive

Tutto ha un suono.
Non c'è bisogno di scuoterlo, agitarlo, sbatterlo, colpirlo, piegarlo, sfregarlo, pizzicarlo, ruotarlo, batterlo, toccarlo, muoverlo in qualsiasi maniera. Basta che resti lì dov'è. L'orecchio sovrumano di Daredevil, supereroe  cieco della Marvel Comics, gli permette di localizzare, tramite il cosiddetto radar incorporato, tutto ciò che gli sta intorno e di difendere i più deboli grazie alla straordinaria forza e agli altri sensi ipersviluppati.





Daniel Kish forse non conosce le arti marziali ma si sposta tramite l'ecolocalizzazione, lo stesso processo che fa orientare i pipistrelli al buio. Daniel schiocca la lingua, le onde sonore prodotte rimbalzano sugli oggetti e ritornano come echi al suo orecchio allenato sin da quando a 13 mesi gli asportarono gli occhi per un tumore alla retina. Il cervello rielabora gli echi facendoli diventare immagini dinamiche che permettono a Daniel perfino di andare in bici nel traffico. Quando cammina ha comunque bisogno del bastone per individuare oggetti piccoli o dislivelli del terreno ma distingue chiaramente case, auto, alberi e pali. 
Se i supereroi si tengono stretti i loro superpoteri, Daniel invece ha fondato l'associazione World Access for the Blind che si occupa di insegnare ai non vedenti l'arte dell' ecolocalizzazione umana.

Annalisa Balistreri

Fonti:

National Geographic Italia luglio 2013

16 commenti:

  1. Questa cosa è grandiosa!!! E quindi Daniel schiocca la lingua in continuazione...alla faccia del galateo che impedirebbe questa pratica..
    gd

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginati che quando è in bici deve schioccarla ancora più velocemente...roba che se gli stessi accanto ti verrebbe il mal di testa!

      Elimina
  2. FedericoMoccio7 aprile 2014 11:00

    Wow!
    Ho sempre trovato affascinante il modo dei pipistrelli di localizzare le prede. Io pure quando apro il frigorifero schiocco la lingua, se la vibrazione mi ritorna per intero allora significa che ho incontrato cose ancora buone, se non ritorna sono cose andate a male.
    Stupidate a parte, questi superpoteri possono sembrare inutili invece non riesco a immaginare un cieco su una bici in mezzo al traffico, è sorprendente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avrei dovuto utilizzare l'ecolocalizzazione per capire che la Zacuska de Cuperci avrebbe fatto Ka-boom nel mio stomaco....e dire che ci avevo pensato! Ahah

      Elimina
    2. FedericoMoccio9 aprile 2014 09:04

      Matri mia...potevamo vivere senza saperlo, ANNALì!

      Elimina
  3. Mi piace molto l'incipit e l'accumulo successivo e l'argomento, come hanno detto GD e FO, è molto interessante. Uno di quelli che ci fa sognare, ci fa pensare a come alcuni esseri umani possano accedere a dei "superpoteri, tutti spiegabili scientificamente. Mi fa pensare anche alle allegorie rappresentate dai superoi della Marvel, le cui caratteristiche straordinarie emergono spesso dopo una qualche forma di menomazione. Muy muy interesante, complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che forse l'ecolocalizzazione umana è latente in ciascuno di noi? Coloro che frequentano l'associazione di Daniel Kish fanno rapidi progressi e sono stati fatti esperimenti anche con persone normodotate ad occhi chiusi che riuscivano a capire quando fermarsi prima di sbattere contro una parete grazie alla ripetizione continua di una parola, mentre avevano molte più difficoltà se non producevano suoni.
      Possiamo sperare di aver tutti dei superpoteri, basta saperli usare.

      Elimina
  4. Annalisa colpisci ancora! Gli argomenti scelti poco comuni mi interessano. Vorrei che qualcuno avesse un super potere quello di sparire...ahahah, se non scherzo non sono Nina...ahahah.
    Se ci viene a mancare l'uso di un senso ne sviluppiamo un altro? Ci penserò domani...brava e complimenti!
    Nina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosa di sapere che farai domani...utilizzerai i tuoi sensi in cucina? :-)

      Elimina
  5. Altro pezzo di bravura. Formidabile.

    RispondiElimina
  6. Conoscevo già la storia di Daniel Kish, avevo seguito su di lui tutto un documentario!
    In questo post si evince la capacità di raccontare brevemente e molto su un soggetto e ciò significa avere capacità di sintesi: in poche battute hai raccontato ciò che io ho scoperto dopo due ore di documentario.
    Complimenti Annalisa.
    L.I.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In un post la sintesi è necessaria ma l'intento è stimolare la curiosità del lettore che lo porterà a cercare altre notizie su un dato argomento.
      Mi fa molto piacere vedere che hai apprezzato il post pur conoscendo già Daniel Kish, grazie Lucia.

      Elimina
  7. Molto interessante. Mi spaventa l'idea di un ragazzo cieco che sfreccia in bici tra le auto, e dire che sia un super eroe è poco. Brava sempre Annalisa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui da noi per non farsi mettere sotto da qualcuno mi sa che ci vorrebbe più di un super potere! Grazie Adele.

      Elimina
  8. Chiara Maria Vitale11 aprile 2014 19:44

    questa cosa è a dir poco incredibile :o

    RispondiElimina